BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Licenziamento dipendenti pubblici, mobilità e agevolazioni assunzioni in emendamento legge stabilità

Le novità lavoro del maxiemendamento



Nessun decreto, ma un maxiemendamento che sarà illustrato oggi al G20 di Cannes ma che fondamentalmente ripropone le misure già presentate dal premier Berlusconi a Bruxelles la scorsa settimana in occasione del vertice Ue.

Caduta l’ipotesi di una patrimoniale e del prelievo forzoso, di cui tanto si parlava ieri, le novità previste nell’emendamento riguardano soprattutto il mondo del lavoro.

Previsti, infatti, il licenziamento dei dipendenti pubblici in esubero che non accettano entro due anni nuove proposte d'impiego, zero contributi per tre anni sulle nuove assunzioni di apprendisti nelle aziende fino a 9 dipendenti, aumento di un punto per i contributi previdenziali dei cocopro, che salgono quasi al 28%; riduzione del 25% dei contributi per l'assunzione di donne con contratto di inserimento.

Previsti aiuti all'occupazione e mobilità per gli statali. Per il resto previsti, vendita di immobili pubblici, liberalizzazioni del trasporto locale e delle professioni, accelerazione delle opere pubbliche, alcune norme per favorire l’occupazione di donne e giovani.

Non ci sono, dunque, grandi novità nell’accordo trovato dal Cdm che si tradurrà in un maxiemendamento al ddl stabilità e con cui oggi il premier si presenterà all’esame dell’Europa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il