BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Spread Btp-Bund record oggi. Pagina su Corriere per acquistare titoli di Stato italiani

L’appello sul Corriere a comprare titoli si Stato italiani a tasso zero



Vola di nuovo lo spread tra Btp e bund tedesco: oggi il differenziale ha toccato la soglia dei 480 punti base. Il rendimento del decennale raggiunge il 6,58%, oltre il 6,50%, considerato da molti osservatori punto di non ritorno. In rosso il listino di Piazza Affari nei primi minuti di contrattazioni, con il Ftse Mib in calo dell'1,42% a 15.129 punti.

Salvi solo 3 titoli: Bpm (+1,01%), Campari (+1,45%) e Parmalat (+0,51%), mentre il segno meno colpisce in particolare Italcementi (-2,73%) e Ansaldo Sts (-2,56%). Tra i bancari giù Intesa Sanpaolo (-1,24%) e Unicredit (-1,61%), mentre Generali lascia sul campo l'1,3%. Deboli Fiat (-1,26%) e Fiat Industrial (-1,04%).

Apertura negativa anche per i principali listini europei: Parigi cede l'1,24% a 3.084 punti, Londra perde lo 0,40% a 5.504, Francoforte lascia sul terreno lo 0,81%, Amsterdam arretra dello 0,40% e si attendono dalla Grecia notizie dopo la decisione di un governo di unità nazionale.

In una situazione di generale crisi, il Corriere incita ad acquistare titoli di Stato. O meglio, Giuliano Melani, uno sconosciuto fino a ieri, ha lanciato sul Corriere l’appello a precipitarsi in banca a comprare titoli di Stato italiani anche a tasso zero. “una buona iniziativa, un appello da raccogliere”, come ha sostenuto il direttore generale della Confindustria, Giampaolo Galli, che, però, “ da sola non basta”, ha puntualizzato Galli.

“L'Italia ha bisogno che vengano fatte le cose che ci chiede l'Unione europea e che saranno in grado di dare fiducia ai mercati ma anche ai risparmiatori italiani. In questo senso, continua il direttore generale, l'appello di Melani può essere utile come sprone a fare le cose. L'Italia è troppo grande per essere salvata dalla Ue o dal Fondo monetario. Deve far conto sulle proprie risorse. E il nostro Paese ne ha tante: imprese competitive, famiglie che risparmiano, banche che non si sono lanciate in avventure finanziarie”.

Per incoraggiarne l'acquisto basterebbe che le banche azzerassero per un giorno le commissioni, come ha proposto il Corriere. E su questa linea sta lavorando già Intesa Sanpaolo. Sostegno all'appello di Melani è arrivato anche da Francesco Storace, segretario de La Destra, mentre avevano già espresso adesione il vicesegretario del Pd, Enrico Letta, e la parlamentare del Pdl Michela Biancofiore.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il