BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui: migliori offerte online su Internet Novembre 2011. Confronto

Le migliori proposte mutui di questo mese a tasso fisso e variabile



Scegliere un mutuo, l’eterno dilemma di oggi. Quale scegliere, a tasso fisso o variabile, affidarsi ai variabili con cap, aspettare o altro: sono questi i continui interrogativi che chi sta per stipulare un mutuo si pone, cercando di scorgere anche offerte convenienti e buone proposte in base ai momenti.

Certo, quello attuale non è certo il miglior momento che la nostra economia sta vivendo eppure il mercato del mattone, nonostante cadute e crisi, cerca sempre di tenere. A volte ben riuscendoci.

A sostenere la situazione, in positivo, è arrivato anche il nuovo taglio tassi della Bce, annunciato dal nuovo presidente Mario Draghi qualche giorno fa e che dovrebbe intervenire a sostegno di chi ha deciso di accendere un mutuo ora.

Se chi ha già un mutuo in essere potrà beneficiare del recente taglio dei tassi dello 0,25% operato dalla Bce e avere rate mensili variabili più leggere, la situazione cambia drasticamente per coloro che hanno già avviato le pratiche di acquisto di una casa. In questo caso è lo spread applicato dalle banche sul finanziamento immobiliare a preoccupare.

Secondo i dati di Mutuionline.it, il margine trattenuto dagli istituti di credito è più che raddoppiato in otto mesi, passando dall'1,24% di marzo al 2,57% di novembre.

Dunque, nonostante i tassi di riferimento dei mutui siano rimasti stabili nel 2011 e oggi potrebbero scendere dopo i tagli Bce, il prezzo complessivo dei nuovi prestiti è salito notevolmente a causa dei costi applicati dalle banche per avere maggiori garanzie dai clienti.

Così spesso ci si rivolge al web per trovare offerte mutui più convenienti. Prendendo il caso tipo di un 35enne, impiegato, che chiede un prestito dell’importo di 200.000 euro, tra le offerte prese in esame per questo mese di novembre, a tasso fisso, spicca quella di IwBank, con una rata di 850 euro, con tasso del 4,89% e un taeg del 5,03%; a seguire troviamo quella di Bhw, con una rata di 854 euro, un tasso fisso del 4,95% e un taeg del 5,19%, infine, troviamo quella di Bnl. Gruppo Bnp Paribas, con una rata di 851, con un tasso fisso del 4,90% e un taeg del 5,23%.

Tra le offerte a tasso variabile, troviamo, invece, Ing direct con una rata di 753 euro, un tasso del 3,48% e un taeg del 3,67%; a seguire troviamo l’offerta di IwBank con una rata di 761 euro con un tasso 3,61% e un taeg del 3,70%; e infine troviamo l’offerta Bnl- Gruppo Bnp Paribas, con una rata di 751 euro e un tasso, sempre variabile, del 3,61% e un taeg 3,72%.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il