BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui casa Novembre 2011: approfittare del tasso fisso

Quale mutuo scegliere dopo il taglio dei tassi Bce



L’intervento di Mario Draghi, alla presidenza della Banca Centrale Europea, che ha attuato un taglio dei tassi, portando il tasso Bce all’1,25%, ha prodotto immediati effetti sull’economia e ne produrrà di migliori per quanto riguarda i mutui.

Il taglio tassi di 0,25% della Bce porterà benefici a tutti coloro che stanno già rimborsando un mutuo a tasso variabile, per l’arretramento degli indici Euribor conseguente al taglio. Benefici arriveranno anche per gli indici Irs, quelli utilizzati per definire i tassi fissi dei mutui.

Un calo dei tassi di un quarto di punto porta una riduzione tra i 10 ed i 15 euro per un mutuo da 100.000 euro, ciò significa che i mutui costeranno un po’ meno e in questa fase la tipologia di mutuo consigliata è quella a tasso fisso.

Scegliendo offerte al di sotto del 5%, ci si assicura un tasso competitivo, mentre scegliendo un variabile al momento si gode di tassi bassi per un paio d’anni, ma le incertezze dell’andamento dei tassi sul mercato a lungo termine potrebbero rappresentare una variabile certamente da considerare, perché se oggi la rata può essere accettabile o addirittura conveniente, c’è il rischio che un domani torni ad alzarsi notevolmente.

Prima comunque di scegliere una tipologia di mutuo piuttosto che un’altra sarebbe bene valutare le diverse offerte e in base alle proprie esigenze scegliere quella che meglio si adatta al proprio profilo.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il