Dimissioni Silvio Berlusconi: il premier deciderà entro questa sera 8 Novembre

In serata di decide il futuro d’Italia



Il futuro dell’Italia si deciderà questa sera, martedì 8 novembre, quando, dopo il voto sul rendiconto, il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, comunicherà la sua scelta se dimettersi o no. Certo, come già annunciato da Giuliano Ferrara, direttore de Il Foglio, ‘Che Berlusconi stia per cedere il passo ormai è una cosa acclarata. Si tratta di ore, qualcuno dice perfino di minuti.

Il punto vero è per che cosa dimettersi (...) qualunque soluzione mascherata di emergenza che non siano le elezioni subito è inutile’. Cioè, se al suo posto, come paventato ieri, dovessero esserci Letta o Schifani, alla guida del Paese cambierebbe ben poco, perché Berlusconi resterebbe comunque di fatto a gestire il Paese, per interposta persona.

Secondo il vice presidente dei deputati del PdL, Osvaldo Napoli, “Siccome il vero obiettivo degli avversari della maggioranza è cancellare il bipolarismo, nel caso Berlusconi decidesse di fermare la macchina, il centrodestra deve salire al Quirinale e chiedere a una sola voce di affidare l'incarico ad Angelino Alfano”.

Nel frattempo, dal Financial Times Deutschland arrivano nuove invettive contro il premier. Il quotidiano riporta ‘Berlusconi è la crisi in persona’: questo è il titolo contro il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, nel giorno in cui la maggioranza appare in bilico sui numeri per approvare il rendiconto dello Stato.

In un articolo di apertura nell'edizione online, l'edizione tedesca del quotidiano attacca: ‘L'Italia è una delle più importanti economie d'Europa e ha bisogno di una leadership che sia in grado di agire e sia attendibile. Berlusconi però è diventato un peso sempre più grosso per il suo Paese. Non perchè lo dicano gli investitori ma perché sia i suoi ministri che i deputati nel frattempo non gli credono più e gli girano le spalle’.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il