BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Spread Btp-Bund più basso con Governo Tecnico o Pdl. No a nuove elezioni

I possibili scenari politici italiani che risolleverebbero lo spread btp-bund tedesco



L’annuncio delle possibili dimissioni del premier Berlusconi ha portato ieri, in men che non si dica, ad un miglioramento delle Borse, Piazza Affari in poche ore ha raggiunto risultati positivi e lo spread tra Btp italiani e il bund tedesco si era ridotto notevolmente dopo aver toccato in mattinata il nuovo record di 491 punti.

In un report intitolato’«Italia: che cosa succede adesso’, gli economisti di Goldman Sachs disegnano tre scenari possibili per il dopo-Berlusconi, scenari con differenti implicazioni per il mercato dei BTp. Partiamo dal presupposto che lo scenario peggiore per i mercati sarebbe quello che prevede elezioni anticipate, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, lo sa ed è per questo che allontana questa ipotesi ormai da settimane.

Al contrario, lo scenario più probabile è che nelle prossime settimane la coalizione attuale di centrodestra di Lega Nord e Pdl si raccolga intorno a un altro candidato che può essere maggiormente accettato in patria e all'estero. Un ‘nuovo’ esecutivo di centrodestra potrebbe, sempre secondo gli analisti di Goldman, stabilizzare i mercati, dopo aver ovviamente dimostrato di essere capace. In questo scenario lo spread tra BTp e la media dei bond comparabili di Germania, Francia e Olanda si attesterebbe e intorno ai 400-450 punti base.

L'altro scenario è quello che ipotizza la costituzione di una sorta di governo di unità nazionale guidato da un ‘outsider’ di ottima reputazione. Ma non emerge alcun nome possibile.

Secondo gli economisti di Goldman, la costituzione di un governo tecnico sarebbe la soluzione più gradita ai mercati perché nel tempo porterebbe a un declino negli spread sul debito sovrano e a un calo del premio pagato al rischio Italia più in generale. Nel breve termine, infatti, lo spread Btp-Bund scivolerebbe a 350 punti base sui titoli decennali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il