BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Benzinai aperti durante sciopero Novembre: lista

I distributori aperti che non aderiscono alla protesta



E’ partito ieri lo sciopero dei benzinai che durerà fino a venerdì 11 novembre. Impianti di distribuzione chiusi, dunque, dalle ore 19,30 di ieri fino alle ore 7 di venerdì; sulla rete autostradale fino alle ore 6 di venerdì. Saranno escluse dalla protesta le regioni più colpite dalle alluvioni, Liguria e Toscana.

Motivo della protesta è il bonus fiscale in vigore da diciassette anni e in scadenza a fine anno. Gli aderenti allo sciopero ne chiedono il rinnovo. Due delle quattro sigle coinvolte, Figisc e Anisa, hanno, però, siglato un protocollo d'intesa con il ministro Paolo Romani che prevede l’inserimento nel maxiemendamento alla legge di stabilità che dovrebbe approdare nei prossimi giorni in Parlamento del cosiddetto ‘bonus fiscale’.

Con questo accordo, si riduce decisamente la portata della protesta perchè circa il 70% dei distributori resterà aperta. I gestori aderenti a Figisc sono, infatti, circa 10mila, pari al 50% del totale e ad essi si aggiunge poi circa il 20% di impianti che non aderiscono ad alcuna organizzazione.

Aperte anche alcune pompe bianche, mentre sulla rete autostradale rimarrà aperto almeno un distributore ogni 100 km. Resteranno aperti anche i distributori attivi della catena di ipermercati Iper: quello di Verona, Castelfranco Veneto-Treviso e Lonato (BS).

Stesso discorso per gli ipermercati Leclerc e superstore Conad, dove rimarranno aperti i distributori sia Servito (dove presente) che Self-Service.  Aperto anche il distributore Simply di Castelfidardo-Ancona.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il