BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mario Monti e Governo tecnico: ipotesi più probabile. Chi è il nuovo senatore a vita

Monti alla guida di un governo tecnico? La Lega dice no



Il governo italiano traballa: il premier Silvio Berlusconi, contrariamente a quanto dichiarato qualche giorno fa, non ha più i numeri per andare avanti e, paventate più volte ormai le sue dimissioni, per uscire dall’attuale crisi politica sarebbe necessaria una vera e propria svolta.

Se il presidente del Consiglio rassegnasse le dimissioni, si aprirebbero diversi scenari, a partire dalla costituzione di un governo tecnico, una delle ipotesi più probabili. Bocciata invece l’idea di elezioni anticipate. Se si costituisse un governo tecnico e fosse guidato da una personalità autorevole e non legata ad un partito, esso garantirebbe la possibilità di proseguire la legislatura, almeno per approvare i provvedimenti considerati più importanti.

Prima di tutto il rilancio dell’economia, a partire dalle misure richieste dall’Europa, poi la nuova legge elettorale. In pole position per guidare il governo tecnico sarebbe Mario Monti, nominato dal capo dello Stato, Giorgio Napolitano, senatore a vita.

A Palazzo Grazioli, ieri sera si è riunito un vertice tra gli esponenti del Pdl e Lega riunitisi per analizzare la situazione politica alla luce della possibile formazione di un nuovo governo a guida Monti. Berlusconi vuole definire in tempi rapidi la posizione del centrodestra sull'ipotesi di un esecutivo a guida Monti, ma la Lega ha ribadito la sua posizione di contrarietà ad ogni ipotesi di governo un tecnico.

Ma “la chiarezza politica è la prima cosa necessaria per Italia e Grecia”, ha detto la direttrice del Fondo monetario internazionale, Christine Lagarde. “Non sappiamo chi guiderà questi Paesi e questo non contribuisce alla stabilità. Una maggiore chiarezza porterà ad una maggiore stabilità politica e questo è quello che mi aspetto come consulente e potenziale fornitore di prestiti e questo è quello che si aspettano anche tanti investitori”.

 
Autore:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il