BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ecommerce 2011 Italia: statistiche in crescita nonostante crisi

In controtendenza cresce l’e-commerce in Italia. I dati



L'e-commerce sembra non risentire della crisi finanziari che sta attanagliando il Paese e supera quota 8 miliardi, +20% sul 2010, trainato da colossi come Groupon. Per il terzo anno consecutivo crescono più i prodotti (+24%) che i servizi (+18%), mentre moda (+38%) ed editoria, musica e audiovisivi (+35%) sono quelli che aumentano di più, mentre Amazon.it sull'elettronica che segna un +22%.

Boom acquisti per gli smartphone che segnano un +210% sul 2010. Questi i dati emersi dall'Osservatorio eCommerce B2c Netcomm- School of Management del Politecnico di Milano.

Entrando più nel dettaglio, quasi un utente su tre, cioè 9 milioni di navigatori, acquista online, per una spesa annua a testa che passa dai 960 euro del 2010 ai 1050 del 2011. Ogni consumatore spende circa 210 euro ad ogni acquisto, privilegiando piattaforme quali Groupon, seguito da Glamoo, Groupalia, LetsBonus, Jumpin, Poinx, Prezzo Felice e Amazon.

Moda (+38%), editoria, musica e audiovisivi (tutti +35%) sono i settori cresciuti maggiormente negli ultimi tempi per gli acquisti online. Bene i viaggi (49%), l’elettronica (10%), abbigliamento (10%), assicurazioni (9%), editoria e musica (3% a testa). La rimanente quota proviene dai generi alimentari e da altri servizi come ricariche telefoniche e biglietti online, ad esempio

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il