BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Conti deposito: interessi sempre più alti. I motivi

Crescono i tassi sui conti deposito. Perchè



Non solo mutui: anche i conti deposito vengono colpiti dalla crescita dei tassi, ma inaspettatamente in senso positivo. Segno non che le cose stanno migliorando. Tutt’altro: segno della necessità delle banche di ottenere di nuovo liquidità.

Le banche italiane stanno pagando a caro prezzo le oscillazioni dello spread BTp-Bund, che ieri ha raggiunto il quota record di 518 punti e che inevitabilmente rimbalza sia sui titoli e sulla credibilità stessa degli istituti italiani.

Che le banche italiane abbiano necessità di liquidità lo dimostrano innanzitutto i tassi del credito al consumo, che indicano che a ottobre la domanda di mutui è calata, anno su anno, del 33%, dopo il -23% di settembre e poi ci sono i conti deposito: non accade spesso che gli istituti di credito offrano tassi sui conti correnti/deposito nettamente più alti rispetto al costo del denaro presso la Bce (1,25%).

Molte offerte oggi garantiscono oltre il 4%, con o senza vincoli temporali, e questo indica come le banche pur di riaccumulare liquidità puntino ora sulle famiglie.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il