BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Conti deposito: migliori tassi netti. Confronto offerte 2011 Novembre

I migliori conti deposito attualmente disponibili



Oggi è considerato uno degli strumenti migliori in cui investire, facile e sicuro: si tratta del conto deposito, preferito da molti italiani perché offre un elevato tasso di rendimento (rispetto ai soldi sul conto), nessun vincolo, garanzia totale sul capitale investito e sugli interessi.

Invece di lasciare i soldi sul conto corrente dove non fruttano, si ‘depositano’ su un conto deposito dove rendono molto di più e sono sempre disponibili. Per scegliere il miglior conto deposito è innanzitutto indispensabile considerare il tasso di rendimento per i nuovi clienti, perché più alto è, più soldi si guadagnano; la durata dei vincoli, a 3, 6, 12 mesi; le spese di apertura, gestione e chiusura del conto; e i soldi che possono essere eventualmente svincolabili in qualsiasi momento e senza alcuna penale o tassa da pagare.

Fra le offerte migliori di questo mese di novembre 2011 spiccano quelle di Rendimax con un tasso base di del 2,50%, tasso a 12 mesi del 4,55%, senza somma minima da vincolare, con zero spese da sostenere e deposito garantito.

A seguire troviamo il conto deposito InMediolanum, con tasso a 12 mesi di 4,25% e base di 1,00%, con deposito garantito, senza deposito minimo e zero spese da sostenere. E poi c'è il Conto Che Banca, con tasso a 12 mesi del 4%, tasso base dell'1%, senza alcuna spesa e con possibilità di soldi svincolabili e deposito garantito. 

Troviamo poi il Conto Deposito ContoSuIBL Ibl Banca, che offre rendimenti fino al 4.50% lordo sugli importi depositati, è possibile vincolare da 3 a 24 mesi e solo alla scadenza del vincolo è possibile disporre delle somme depositate.

Anche IW Power Special Dodici+Sei permette di avere un interesse del 4,30 % lordo annuo fino al 30 novembre 2012 e del 4,45% lordo annuo dal 1 dicembre 012 al 31 maggio 2013. E’ possibile prelevare la somma versata in ogni momento a effettuando prelievi anche parziali ma l'interesse maturato diventa dell'1%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il