BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pec obbligatoria per aziende: scadenza 29 novembre. Regole e multe

Previste sanzioni pecuniarie per chi non si doterà di Pec



Professionisti e aziende italiane avranno tempo ancora fino a martedì 29 novembre per dotarsi di Pec, servizio di posta elettronico obbligatorio e sono previste multe per chi non lo farà. Il proprio indirizzo di Posta elettronica certificata dovrà essere comunicato all’Ufficio del Registro delle imprese.

La Pec è obbligatoria per società di capitali e di persone (comprese le società semplici), società cooperative, società in liquidazione, e società estere che hanno in Italia una o più sedi secondarie.

La scelta dell’indirizzo Pec è molto importante perché sarà il riferimento legale nei confronti della Pubblica Amministrazione, il luogo dove vengono trasmesse comunicazioni ufficiali di vario genere (tributi, multe, cartelle esattoriali ecc.) la cui trasmissione ha caratteristiche e conseguenze legali. Per questo, è importante che questo indirizzo resti invariato nel tempo.

La domanda di iscrizione deve essere presentata attraverso la ‘Comunicazione Unica’, procedura esente da imposta di bollo e diritti di segreteria, salvo non sia accompagnata anche dall’iscrizione di altri atti o fatti.

Inoltre, sul sito www.registroimprese.it è anche disponibile una procedura semplificata online che consente di procedere all’adempimento in modo estremamente rapido.

L’omessa esecuzione della comunicazione al registro imprese entro il 29 novembre 2011 comporterà l’applicazione delle sanzioni pecuniarie: la sanzione potrà variare da 206 euro a 2.065 euro. Per ulteriori informazioni, consultare il sito Registro delle imprese (www.registroimprese.it).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il