Ici Casa: tassa ritorna con Monti. Conferma da discorso in Parlamento

Monti conferma la sua intenzione di ritorno all’Ici



E’ la misura di cui si è maggiormente parlato nei giorni che hanno preceduto la presentazione ufficiale del nuovo programma di governo firmato dal nuovo esecutivo guidato da Mario Monti: si tratta della reintroduzione dell’Ici, abolita dal governo Berlusconi e di cui ora si torna a parlare.

La sua intenzione di riproporre questa tassa è stata annunciata in maniera piuttosto esplicita nel discorso che ieri il premier ha tenuto in Senato, di cui ha detto “L’esenzione è un’anomalia italiana. È necessario riesaminare in generale il prelievo sulla ricchezza immobiliare”.

Il ritorno dell'Ici sulla prima sembra, dunque, quasi sicuro, magari sotto forma di anticipo dell’Imu, l'imposta municipale unica prevista dal federalismo fiscale e, probabilmente sarà rafforzata aggiornando le rendite catastali ferme a 15 anni fa e aumentandola in modo progressivo in rapporto al numero di appartamenti posseduti. L’Ici, il cui onere dovrebbe essere diverso da città a città, dovrebbe portare circa 3,5 miliardi di euro e le tasse saranno più alte per chi possiede più immobili.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il