Mutui: tassi interessi più alti con crisi spread bpt-bund. Richieste in forte calo

In calo la richiesta di mutui: colpa della crisi e della difficoltà di accesso al credito



Salgono i tassi di interesse dei mutui a causa della crisi economica e della continua crescita dello spread tra i Btp italiani e i bund tedeschi e calano, di conseguenze, le loro richieste. Il mercato dei mutui risente fortemente dello stato generale dell’economia e della finanza e a testimoniare la situazione negativa sono gli ultimi dati dell’Abi, che ha rilevato che i tassi sui mutui hanno registrato un aumento nel mese di ottobre rispetto a settembre, arrivando alla soglia del 3,57%.

Le richieste di mutui sono diminuite a causa, dunque, per effetto della crisi economica, dell'impossibilità da parte delle famiglie italiane di accollarsi pagamenti mensili di rate suscettibili di continui cambiamenti.

Ma molto dipende anche dalle difficoltà di poter avere accesso al credito a causa delle ristrettezze delle politiche creditizie delle banche italiane, a corto di liquidità e quindi poco propense a sbilanciare le proprie strategie concessorie. Grave sembra essere la condizione relativa alle richieste nel corso del decimo mese dell’anno anche secondo i dati Eurisc, da cui emerge che le richieste di ottobre sarebbero precipitate del 33%.

Sempre Eurisc segnala come la maggior parte dei mutui (il 51% del totale) sia relativo a durate tra i 20 e i 30 anni, con particolare concentrazione nella fascia più estesa (tra i 25 e i 30 anni), ad assorbimento del 31% delle domande dei primi dieci mesi dell’anno, e in incremento dell’1,8% rispetto allo scorso anno.

L’importo medio richiesto alle banche è stato pari a 136.976 euro, contro i 139.216 euro dello scorso anno. Infine, la fascia di età anagrafica più numerosa tra i richiedenti il mutuo sembra infine essere quella tra i 35 e i 44 anni.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il