BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bot e Btp a 10 anni e più: i migliori su investire 2011

Meglio i titoli più lunghi per investire: la situazione



Se investire in Bot e Btp con scadenza intermedia, tre, cinque, sette anni, al momento non rappresenta la scelta migliore, per la durata, in questa fase di mercato, meglio va per i Btp oltre i dieci anni, che potrebbero, invece, ottime possibilità di guadagno in caso di miglioramento della situazione.

Ma proprio le emissioni decennali sono anche le emissioni più penalizzate dal punto di vista delle quotazioni sul mercato: basti pensare che la scorsa settimana, quando lo spread Bund-Btp ha raggiunto il massimo storico assoluto di 575 punti, cui corrisponde un rendimento del 7,70%, le quotazioni del decennale sono crollate a 87,7.

Peggio hanno fatto i prezzi dei Btp a 15 anni, con il titolo a scadenza marzo 2026 scambiato venerdì scorso a 77,65, con un rendimento del 7,12%, e il trentennale a scadenza settembre 2040 scambiato a 75,42, con un rendimento al 7,12%.

Le emissioni di durata più lunga potrebbero risentire positivamente dell’inversione della curva degli spread, perché dopo l’allarmante situazione del debito, i differenziali di rendimento sono saliti di più sulle scadenze brevi e medie (2 -5 anni) rispetto a quelle più lunghe, il che porta i titoli più lunghi ad essere un po’ più stabili rispetto a quelli di durata intermedia.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il