Evasione fiscale: novità Monti. Contante fino a 350 euro

Un tetto a 350 euro per i pagamenti cash: la novità del governo Monti



E’ uno dei punti su cui si è focalizzata maggiormente l’attenzione del nuovo premier Mario Monti, è la lotta, più aspra contro l’evasione fiscale, che prevederà, insieme al nuovo redditometro, nuove misure più stringenti.

Allo studio, infatti, un tetto a 350 euro per i pagamenti cash, dagli attuali 2.500 euro. Per combattere l'evasione fiscale, infatti, si sta valutando di abbassare l'attuale soglia da 2.500 euro a 500-350 euro, al di sopra della quale non si potranno usare le banconote.

Misura accompagnata dall'eliminazione delle commissioni sull'uso delle carte di credito. Non si esclude l’ipotesi di un aumento delle commissioni per il prelievo al bancomat.

Previsto anche un nuovo pacchetto di tagli alla spesa, a cominciare da una ‘spending review’ del Fondo unico della Presidenza del consiglio, liberalizzazioni e un piano infrastrutture con una maggiore partecipazione dei capitali privati.

Al vaglio anche interventi per ridurre la prima aliquota Irpef e il costo del lavoro che appesantisce le aziende facendo leva sull'Irap, a discapito dell’Iva che potrebbe salire di un altro punto percentuale.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire