Patrimoniale su case, conti correnti e investimenti: ok Pdl a Monti

Si alla patrimoniale sulle ricchezze: come verrà calcolata



Una patrimoniale su case, investimenti e conti correnti: anche il Popolo delle libertà pensa all’introduzione di una patrimoniale e a testimonianza di ciò arriva un pacchetto di proposte bipartisan (Pdl, Pd, Udc, Fli Api) elaborate dalla commissione bicamerale per l’attuazione del federalismo fiscale presieduta da Enrico La Loggia (Pdl).

Il documento è destinato a Mario Monti e ai suoi ministri. La proposta riguarderebbe una ‘patrimoniale leggera’, cioè rdinaria a bassa aliquota sulla ricchezza finanziaria e immobiliare con forme di esenzione per i patrimoni minori insieme ad una riduzione dell'Irpef.

Una patrimoniale che, dunque, non ha lo scopo di finanziare nuove spese ma ridurre il peso dell'imposizione su famiglie, lavoro, pensioni e imprese. La patrimoniale elaborata prevede un’imposta ordinaria sulla ricchezza finanziaria e immobiliare (con un eventuale limite di esenzione) e un’aliquota non superiore all’1 per mille.

Potrebbe rendere circa 16 miliardi e servirebbe a ridurre il peso fiscale su famiglie e lavoro. Per il leder dell’Udc Casini e per Fini “L’aumento della tassazione sulle ricchezze può dare risorse per la riduzione fiscale di imprese e famiglie”.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il