BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Crisi economica Ue, Italia e spread btp-bund: soluzione è unione fiscale e eurobond

La Merkel dice no agli Eurobond ma chiede un governo dell'economia europea



Eurobond e unione fiscale per arginare le conseguenze della crisi economica. Le prospettive economiche sono destinate a peggiorare rapidamente in tutta l'Ue. Questo l'allarme lanciato dalla Commissione europea nella bozza del rapporto 2012 sulla crescita.

Ma la Germania risponde no agli Eurobond, la cancelliera tedesca ritiene che “Con la socializzazione del debito non si risolve il problema. La Bce non può stampare moneta per salvare l'euro”.

La ricetta della Germania per risolvere la crisi sarebbe la creazione di un vero e proprio governo dell'economia europea: “Serve un cambiamento dei trattati europei, un primo passo che vada nella direzione di un'Unione fiscale. È straordinariamente riduttivo che la Commissione Ue suggerisca gli Eurobond. I Paesi in difficoltà dovranno rispettare gli obiettivi fissati per il risanamento dei loro conti pubblici.

Se vogliamo recuperare la fiducia dobbiamo farlo attraverso dei cambiamenti introdotti a livello di trattati, di diritto, in modo da vincolarci. E questo è il primo passo verso un'unione fiscale e un edificio politico, che contempli un'armonizzazione fra competenze nazionali”.

Intanto si parla di nuovi titoli europei allo studio: si tratta degli Stability bond, che dovrebbero avere rating 'AAA', sarebbero molto liquidi (risparmiando un liquidity premium di 20-30 centesimi): il costo della raccolta per l'Italia, rating singola 'A', calerebbe drasticamente ma aumenterebbe quello della Germania.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il