BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Carte di credito prepagate migliori 2011: offerte Novembre 2011 a confronto

Le migliori offerte di novembre 2011



Sono uno degli strumenti oggi più richiesti dagli italiani, per sicurezza e praticità di utilizzo: si tratta delle carte di credito prepagate. Esse sono di due tipi: quelle ricaricabili, che permettono di ripristinare anche via web l'importo una volta esaurito, e quelle usa e getta, utilizzabili unicamente fino ad esaurimento della somma disponibile.

I costi di ogni carta sono prefissati dalla società che le emette, ma alcune di esse possono essere usate esclusivamente nei negozi virtuali convenzionati. Il procedimento di acquisto risulta sicuro e la spesa è continuamente monitorabile in quanto il tetto della cifra disponibile per gli acquisti è limitato alla quantità di ricarica effettuata.

Per questo motivo le carte prepagate, con limiti di spesa certi, sono più facilmente utilizzabili dei tradizionali sistemi di pagamento. Il funzionamento della carta prepagata è semplice: al momento della richiesta si carica la carta con l'importo desiderato. In seguito si potrà spendere tale importo effettuando acquisti attraverso il circuito Visa o Mastercard sia online che nei negozi.

Le carte prepagate sono facili e veloci da ottenere, spesso infatti si possono richiedere direttamente presso gli sportelli della banca emittente in modo immediato dietro presentazione di un documento di identità e il pagamento dell'importo di ricarica; non ci sono interessi come ad esempio nelle carte revolving; possono essere utilizzate ovunque e rappresentano un'ottima soluzione per chi non dispone di un conto corrente bancario.

Prendendo il caso della richiesta di una carta prepagata con un palnfond massimo di 2.000 euro e una spesa mensile di 500 euro, la migliore proposta è quella della carta prepagata di IwBank che ha un costo annuale pari a zero, dal costo annuale di 1,5 euro, un limite massimo di utilizzo mensile e una spesa massima mensile di 3.000 euro.

C'è poi la Carta Jeans di WeBank, che ha limiti di ricarica sino a 2.500 euro, la spesa massima mensile di 2.500 euro, e prevede zero costi ad ogni ricarica che si effettua. E poi troviamo la carta Kalixa di Vincento Payment Solutions, che ha un costo annuo di 1,7 euro, può essere ricaricata dal proprio account Moneybookers o ClickandBuy, oltre che tramite carta di credito o bonifico bancario, ha limiti di ricarica sino a 3.000 euro e prevedono una spesa massima mensile di 9.000 euro. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il