BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Acconto Irpef Novembre 2011 più basso: novità e come funziona. Regole per pagamenti

Ridotto l’acconto Irpef di novembre: gli italiani risparmieranno circa 400 euro per Natale



Boccata d’ossigeno per Natale per gli italiani chiamati a pagare l’acconto Irpef che si riduce dal 99 all’82% da pagare al 30 novembre. Il decreto che riduce l'acconto da versare a fine novembre, il primo firmato dal Premier, Mario Monti, lascerà infatti nelle tasche dei contribuenti italiani poco più di 3 miliardi, secondo la Cgia, più o meno 400 euro in media a testa che però dovranno comunque essere restituiti l'anno prossimo a giugno, con il saldo finale dell'Irpef.

Oggi però questo risparmio serve moltissimo a tutti. Soddisfatta Rete Imprese Italia secondo la quale la decisione “permette alle numerose imprese personali, la cui situazione economica è peggiorata nel corso del 2011, di non anticipare tributi che potrebbero risultare non dovuti”.

Secondo Coldiretti, poi, il risparmio sull'acconto Irpef è sufficiente per coprire le spese della tavola a Natale per la quale gli italiani spenderanno poco meno di 3 miliardi di euro. E Cgia calcola che saranno poco più di 7,2 milioni i contribuenti interessati dalla riduzione dell'acconto con un risparmio medio di 404 euro. I contribuenti che hanno già effettuato il pagamento dell'acconto nella misura del 99% avranno un credito d'imposta pari alla differenza pagata in eccesso, da utilizzare in compensazione con il modello F24.

Per coloro che si sono avvalsi dell'assistenza fiscale, i sostituti d'imposta tratterranno l'acconto applicando la nuova percentuale dell'82% e se è stato già effettuato il pagamento dello stipendio o della pensione senza considerare tale riduzione, i sostituti d'imposta provvederanno a restituire nella retribuzione erogata nel mese di dicembre le maggiori somme trattenute.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il