BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui 2011 liquidità in aumento

Crescono i mutui di liquidità: cosa sta succedendo



Nonostante il periodo di crisi e l’indecisione di tanti nel momento della scelta del mutuo, tra quello a tasso fisso e quello a tasso variabile, sembra tenere quello di liquidità.

Da una ricerca di Mutui.it emerge infatti che sono in netto aumento le richieste di mutuo di liquidità, cioè quella tipologia di mutuo che permette di ricevere un finanziamento senza indicare la finalità in cambio di un’ipoteca sulla casa o gli immobili di possesso.

Si tratta di un fenomeno che si sta diffondendo molto anche negli Usa. Secondo due dei più famosi broker online Mutui.it e Mutuionline i crediti finalizzati all’ottenimento di liquidità sarebbero nell’ultimo anno ammontanti a circa il 4% del totale delle richieste.

L’aumento di questa finalità è dovuto anche al discorso che molte famiglie non ce la fanno più a tirare avanti e se fino ad ora avevano lasciato intatto il loro piccolo patrimonio immobiliare, con la crisi alle porte, e magari per aiutare i figli ad uscire dalla famiglia, decidono di ipotecare la casa.

Questo tipo di finanziamento comporta tassi d’interesse più elevati rispetto a quello classico per l’acquisto, ed eroga percentuali, calcolate sul totale del valore immobile, molto più basse al massimo il 50%.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il