BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni: stop adeguamento costo della vita. Blocco anzianità e aumento età. Ultime novità Monti

Novità pensioni Monti



Il nuovo governo Monti è a lavoro sui provvedimenti in cantiere per centrare il pareggio di bilancio nel 2013 e per rilanciare l'economia. I tecnici starebbero studiando un primo pacchetto di misure che dovrebbe arrivare nel giro di 8-10 giorni, dopo l'Ecofin e prima del consiglio europeo.

Tra le misure allo studio Ici, rendite catastali, patrimoniale, aumento iva, lotta all’evasione e pensioni. Per quanto riguarda quest’ultima voce, si parla dell’estensione del sistema contributivo per tutti e aumento dell'età, tra gli obiettivi.

Possibile anche l'anticipo al 2012 dell'aggancio dell'età pensionabile alle aspettative di vita. Inoltre, sembra essere in ballo anche l'ipotesi di un blocco della perequazione automatica, ovvero di adeguamento delle pensioni al costo della vita. Al momento però si tratta di semplici ipotesu, che non vengono nè confermate nè smentite.

Bloccando la cosiddetta perequazione automatica delle pensioni, cioè l' adeguamento al costo della vita che scatta a gennaio di ogni anno si potrebbero recuperare diversi miliardi e, considerando che solo nell’Inps, escluse quindi le pensioni del pubblico impiego, ogni punto di inflazione vale un paio di miliardi di spesa per la perequazione e che quest' anno l' inflazione si avvicinerà al 3%, la misura può valere molto.

Le altre misure potrebbero riguardare l' anticipo al 2012 dell' aumento dell' età pensionabile per le donne del settore privato e di quota 97, cioè 62 anni d' età e 35 di contributi oppure 61+36, per la pensione d' anzianità, che scatterebbe nel 2013, mentre al via dal 2012 il calcolo della pensione col metodo contributivo pro rata per tutti e la fascia d' età pensionabile flessibile tra 63 e 68-70anni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il