BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Patrimoniale manovra Monti leggera: chi paga e quanto

Patrimoniale per patrimoni sopra il milione e mezzo di euro: come funzionerà



La patrimoniale stabilita dal governo Monti, su cui inizialmente è stato scontro, si farà, sarà leggera e andrà a colpire redditi al di sopra di un milione di euro. La patrimoniale in Italia dovrebbe essere un’imposta una tantum con una soglia tra 1 milione e 1,5 milioni di euro e l’aliquota potrebbe essere del 5x1000.

Ciò vuol dire che su un patrimonio di un milione di euro si pagherebbe una tassa di 5.000 euro. Verranno, dunque, colpite le ricchezze superiori al milione di euro, con un'aliquota che non dovrebbe andare oltre lo 0,5%. Il tutto solo in via temporanea. Secondo le prime stime, il gettito atteso prevede un incasso superiore ai cinque miliardi l'anno.

Soldi che proverrebbero dalle tasche di quelle 240 mila famiglie italiane che, pur rappresentando solo l'1% della popolazione, hanno in mano circa il 13% della ricchezza italiana, stando ai calcoli di Bankitalia. Resta da capire cosa deve essere considerato patrimonio ai fini del calcolo dell’ammontare imponibile, per esempio, se dovessero essere considerati anche i beni immobili oltre a quelli finanziari, auto o barche.

Probabilmente la tassa riguarderà solo i patrimoni finanziari, perché per i beni immobiliari ci sarà ritorno dell’Ici anche sulla prima casa. La tassazione verrebbe calcolata praticamente su tutte le forme di proprietà (aerei, navi, barche a vela e yacht sopra i 10 metri, auto con potenza superiore a 225 kw, conti correnti, depositi bancari e postali, fondi di investimento, azioni, obbligazioni e quote di partecipazioni in società, immobili), ad esclusione, dunque, della prima casa e dei titoli di Stato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il