BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Monti: aumento anni contributi 41-43 non dell'età. Blocco aumenti adeguamenti inflazione

Aumenta la soglia dei 40 di contributi e si va verso il contributivo per tutti



Sale 20 miliardi di euro il valore della manovra che il governo si appresta a varare per raggiungere il pareggio di bilancio nel 2013. Tra le misure al vaglio nel sistema previdenziale, oltre all’estensione del sistema contributivo per tutti, c'è anche il blocco totale del recupero dell'inflazione per le pensioni per tutto il 2012. L'intervento sulle pensioni varrebbe 5-6 miliardi compreso il blocco della perequazione già previsto per le pensioni più alte.

Tra le nuove misure, potrebbe aumentare la soglia minima dei 40 anni di contributi necessari ora per la pensione di anzianità indipendentemente dall'età anagrafica, arrivando a 41 o 43 anni di contributi per uscire dal lavoro a qualsiasi età.

Per quanto riguarda le donne, dovrebbero andare in pensione a 65 anni entro il 2020, per cui il governo starebbe accelerando rispetto al programma attuale (parte nel 2014 per arrivare a 65 anni nel 2026).

Secondo le ipotesi allo studio l'adeguamento all'età già prevista per gli uomini e per le donne del settore pubblico (65 anni a partire dal 2012) dovrebbe partire l'anno prossimo per concludersi nel 2016 o, al massimo, nel 2020.
 
Autore:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il