BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Crisi economica: investimenti più sicuri per diversificare rischio Dicembre 2011

Investire in maniera sicura in questo momento di crisi? Meglio puntare al Nord Europa e ai Paesi Emergenti



Investire in un momento di crisi come quello che l’Europa e il mondo intero stanno vivendo non è certo facile, soprattutto per chi non ama rischiare e desidererebbe rendimenti sicuri, seppur bassi.

Per investimenti sicuri restano, nonostante le turbolenze degli ultimi giorni, consigliati i bund tedeschi, mentre chi ama diversificare può rivolgersi ai corporate bond, soprattutto di quelli delle aziende risanate, perché la crisi del mercato ha spinto al rialzo questi prodotti.

Bene le società che vantano una buona capitalizzazione o sono valutate con tripla A dalle agenzie di rating, bene anche i titoli dei Paesi emergenti, soprattutto asiatici, anche se spesso pongono limiti e condizioni sui flussi di capitali esteri. Vanno bene anche le obbligazioni corporate europee, considerando che molte aziende europee sono in ottima salute perché hanno rafforzato i propri bilanci.

Ma per investire in maniera più sicura in Europa ma fuori dall’Euro è bene rivolgersi ai Paesi del Nord Europa, puntando soprattutto sulla corona della Norvegia, economia che prevede grandi piani di investimento in infrastrutture, dove sono forti l’industria energetica e l’export di petrolio e dove l’inflazione è decisamente contenuta (si attesta sull’1,3%).

Alcuni esperti ritengono anche strategico puntare sull’oro, considerato un bene rifugio. Secondo Roberto Binetti, ceo di Confinvest, “guardare alle monete in oro per investire rappresenta una strategia giusta. In particolare le sterline di nuovo conio. Si tratta, infatti, di beni che possono essere comunque ben rivenduti, facendo pur sempre attenzione alla quotazione delle monete stesse”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il