BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Manovra Finanziaria Monti: pensioni e ici-imu tasse più contestate

Anche sul web la protesta contro le nuove tasse



Pensioni, ritorno dell’Ici e Imu: sono queste le misure più contestate della nuova manovra finanziaria del governo Monti, che, insieme a liberalizzazioni, nuove misure più ferree contro l’evasione, novità per quanto riguarda il mercato del lavoro, tagli ai costi della politica e tasse, dovranno necessariamente riportare il pareggio di bilancio per l’Italia nel 2013, altrimenti l’Italia rischia di cadere seriamente.

Ma, ancora una volta, come molti sostengono, a pagare il conto della crisi saranno i cittadini. Il segretario della Cisl, Raffaele Bonanni, non ha trattenuto la propria insoddisfazione ritenendo che la manovra finanziaria gravi solo sulle spalle di lavoratori e pensionati.

Secondo diversi sindacati, i provvedimenti sulla crescita sono frutto di misure poco coordinate, che non tengono conto di un quadro lineare e che tradiscono palesemente l’idea iniziale di aumentare la tassazione sui consumi e i beni, per ridurla sui redditi. E’ intervenuta anche la presidente di Confindustria di Emma Marcegaglia, grande sponsor del governo Monti, che ha affermato che la manovra è indispensabile, anche se ha ammesso che è un pò troppo sbilanciata sulle tasse.

E’ vero, infatti, che aumenterà la pressione fiscale, risultato dell’aumento delle imposte sui beni e sugli immobili (Ici e Iva), ma è anche vero che nulla si muoverà per quanto riguarda i redditi e l’eventuale loro riduzione del carico fiscale. E poichè i proprietari delle prime case, come i consumatori, sono alla fine gli stessi lavoratori e gli imprenditori, magari più arricchiti, questa manovra rappresenterebbe l’ennesima oppressione fiscale a carico del cittadino.

Mobilitato anche il web contro le nuove Ici e Imu: sul sito ufficiale del PDL vi sono forti lamentele contro la reintroduzione dell'ICI, mentre in quello del Partio Democratico gli utenti si scagliano contro la stretta sulle pensioni. Idem accade su Facebook e su Twitter, dove si registrano post tutti o quasi critici nei confronti dei provvedimenti presi.

Autore:

Marcello Tansini

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il