BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ici prima, seconda e terza casa: calcolo quanto si deve pagare con Imu con Manovra Monti

Quanto si pagherà per la nuova Ici



Torna l'Ici sulla prima casa con un’aliquota dello 0,4%, lo 0,76% per gli altri fabbricati, mentre la vera stangata arriverà sulle seconde case, per cui si pagherà fino al 75% in più, e sulle terze.

Via libera, inoltre, ad un sistema di moltiplicatori delle rendite che, senza cambiarle, di fatto innalzano la base imponibile del 60%, tassata la prima casa, anche se con aliquote ridotte e franchigia di 200 euro.

Per quanto riguarda le rendite catastali, se fino ad ora venivano moltiplicate rispettivamente per 100 (abitazioni), 34 (negozi) e 50 (immobili produttivi) e il risultato rappresentava la base imponibile dell'Ici, sulla quale venivano applicate le aliquote Ici, ora, con l'aumento del 60% dei moltiplicatori e l'aliquota del 7,6 per mille (invece di quella massima del 7 prevista per l'Ici) l’ici per gli immobili che non siano abitazione principale aumenteranno del 75%, una stangata da centinaia di euro per un negozio e di migliaia per un capannone, che si affiancherà a quella sull'abitazione principale, che per decine di milioni di famiglie significherà una spesa da 100 a 400 euro in media.

Aumenta l’addizionale regionale Irpef, che verrebbe ritoccata dello 0,33%. Con le nuove disposizioni, chi, per esempio, possiede una trilocale in una zona semicentrale di Milano e vi risiede potrebbe pagare l'anno prossimo da un minimo di 213 a un massimo di 1.038 euro in più e se non risiede in quella stessa abitazione non pagherà più 645 euro come quest'anno ma da un minmo di 949 euro a un massimo di 2.188, con un aggravio di 1.543 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il