BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Manovra Monti: pensioni, ici-imu, aumento benzina, sviluppo spiegata a Porta a Porta. Video

Monti per la prima volta in tv: spiega il senso della Manovra



Per la prima volta dal suo insediamento il nuovo premier Mario Monti è apparso in tv, in un talk show, Porta a Porta di Bruno Vespa, ma non, come lo stesso premier ha detto al giornalista “per far piacere a lei, ma per spiegare: i cittadini capiranno. Orgoglioso dei ministri”.

Mario Monti ha molte cose da chiarire agli italiani chiamati a sacrifici dalla manovra appena varata dal governo d'emergenza. Ai cittadini oggi in ansia, il presidente del Consiglio conferma che alla manovra non c'erano alternative: “Ho invitato tutti a considerare che questa operazione di rigore, equità e crescita chiedeva sacrifici.

Ma l'alternativa non era quella di andare avanti come niente fosse ma quella di correre il rischio che lo Stato non potesse pagare stipendi e pensioni. Le proteste sono giustificate, ma i cittadini italiani capiranno”.

Dalle pensioni, all’Ici, alle misure per lo sviluppo, alle nuove tasse, il premier spiega cosa sta cambiando. Monti ha parlato soprattutto della manovra economica: Monti ha risposto sulle possibili modifiche che il Parlamento può apportare al decreto e del senso di alcune delle misure più importanti, soprattutto pensioni e Ici.

Il premier dice: “I mercati sono una bestia feroce e oggi sono imbizzarriti: noi li dobbiamo domare. Lavoriamo per i cittadini e non per i mercati, ma dobbiamo tenerne conto perchè il loro funzionamento è essenziale senza però doversi inginocchiare”.

Poi il presidente del Consiglio respinge le critiche, avanzate soprattutto dal mondo cattolico, di aver trascurato le istanze della famiglia e dice: “Non è vero, ci siamo occupati di donne e di giovani che sono elementi fondamentali della famiglia e della società.

E anche se ‘sgravi’ non è una parola che va molto di moda di questi tempi, c'è l'allegerimento del carico fiscale sul lavoro attraverso l'Irap per le imprese che assumono donne e giovani a tempo indeterminato: non diamo premio fiscale per il precariato”.

Infine, sulle pensioni: “Capisco il disorientamento dei pensionati ma la spesa italiana è squilibrata sulle pensioni e equità è anche quella verso generazioni future. Non è un tema astratto ma in passato la politica per motivi di consenso ha soddisfatto tutti caricando il debito sui giovani”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il