BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Manovra Monti: evasione fiscale reato penale e tracciamento contanti da 500 euro

Le nuove misure anti evasione: cosa prevedono



A ‘Porta a porta’, il viceministro all'Economia, Vittorio Grilli, ha annunciato che dal prossimo primo gennaio diventerà reato mentire al fisco, mentre oggi ci sono solo ammende amministrative e ha precisato che dal primo gennaio 2012 tutti gli operatori finanziari dovranno inviare i movimenti degli italiani per cui l’agenzia delle entrate sarà in grado di verificare e vedere eventuali anomalie. 

Tra i tanti punti della Manovra del governo Monti, il pacchetto antievasione inciderà anche sulla nostra vita quotidiana e, per esempio, per pagare l'idraulico, il televisore o l'imbianchino, se la spesa supera i 1.000 euro, non si potranno più utilizzare i contanti e saremo sottoposti a tracciabilità, mentre oggi la soglia è fissata a 2.500 euro.

Il provvedimento porterà a un grande aumento delle transazioni elettroniche, con carta di credito e bancomat, bonifici e assegni al portatore ed anche pensioni e stipendi pubblici potranno essere pagati in contante fino a 500 euro, mentre la parte restante dovrà transitare su canali alternativi di pagamento, come strumenti elettronici bancari o postali, comprese le carte prepagate.

Associazioni di categoria del commercio e degli esercenti nelle ultime settimane hanno chiesto una riduzione delle commissioni bancarie sostenute per i pagamenti tramite bancomat e credit card (che arrivano anche al 2% delle somme passate attraverso i terminali Pos).

Entro tre mesi l'Abi, Associazione bancaria italiana, e ministero dell'Economia dovranno mettersi d'accordo per una migliore regolamentazione dei pagamenti tramite carta.

Autore:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il