Ici-Imu: detrazioni su prima casa in manovra Monti

Alleggerimento Imu a favore delle famiglie meno abbienti: la novità allo studio



Il governo Monti è al lavoro per studiare nuovi interventi e modifiche sulla manovra, dai mini aumenti per la previdenza agli sconti sull'Imu, a novità sulla tracciabilità dei pagamenti in contanti.

Nel maxi-emendamento al decreto salva-Italia che potrebbe essere esserci un'altra grossa novità: l'abolizione delle elezioni provinciali del 2012. Le città interessate sono Genova, La Spezia, Belluno, Ancona, Vicenza, Ragusa e Caltanissetta, dove la legislatura scade nella prossima primavera. Voce più discussa quella del pagamento dell’Imu, in ballo l’alleggerire dell'Imu sulla prima casa per le famiglie più numerose a basso reddito.

La detrazione legata all'Imu sulla prima abitazione crescerebbe(fino a 350-400 euro) sulla base dell'Isee, che misura sia il reddito che la composizione dei nuclei familiari, garantendo quindi l'agevolazione massima solo ai nuclei più numerosi a basso reddito.

Per quanto riguarda le pensioni poi, si punto a garantire l'indicizzazione oltre i 936 euro. Il governo starebbe valutando una percentuale variabile fra il 75 e il 100% per le pensioni tra 950 e 1400 euro, salvataggio (ma con penalizzazioni) per chi era a sei mesi dal ritiro per anzianità.

Inoltre, il tetto del contante pagabile dalle pubbliche amministrazioni si alzerà dagli attuali 500 euro a circa 980. La misura, che interessa soprattutto i pensionati, sarà contenuta in un emendamento alla manovra al quale ‘il governo darà parere favorevole’, secondo quanto riferisce il sottosegretario Giampaolo D'Andrea.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il