BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ici-Imu: detrazioni su prima casa in manovra Monti

Alleggerimento Imu a favore delle famiglie meno abbienti: la novità allo studio



Il governo Monti è al lavoro per studiare nuovi interventi e modifiche sulla manovra, dai mini aumenti per la previdenza agli sconti sull'Imu, a novità sulla tracciabilità dei pagamenti in contanti.

Nel maxi-emendamento al decreto salva-Italia che potrebbe essere esserci un'altra grossa novità: l'abolizione delle elezioni provinciali del 2012. Le città interessate sono Genova, La Spezia, Belluno, Ancona, Vicenza, Ragusa e Caltanissetta, dove la legislatura scade nella prossima primavera. Voce più discussa quella del pagamento dell’Imu, in ballo l’alleggerire dell'Imu sulla prima casa per le famiglie più numerose a basso reddito.

La detrazione legata all'Imu sulla prima abitazione crescerebbe(fino a 350-400 euro) sulla base dell'Isee, che misura sia il reddito che la composizione dei nuclei familiari, garantendo quindi l'agevolazione massima solo ai nuclei più numerosi a basso reddito.

Per quanto riguarda le pensioni poi, si punto a garantire l'indicizzazione oltre i 936 euro. Il governo starebbe valutando una percentuale variabile fra il 75 e il 100% per le pensioni tra 950 e 1400 euro, salvataggio (ma con penalizzazioni) per chi era a sei mesi dal ritiro per anzianità.

Inoltre, il tetto del contante pagabile dalle pubbliche amministrazioni si alzerà dagli attuali 500 euro a circa 980. La misura, che interessa soprattutto i pensionati, sarà contenuta in un emendamento alla manovra al quale ‘il governo darà parere favorevole’, secondo quanto riferisce il sottosegretario Giampaolo D'Andrea.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il