BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Taglio stipendi politici, abolizione province, liberalizzazioni: manovra Monti si blocca

Bloccate alcune modifiche alla manovra: la situazione attuale



Il governo lavora alle modifiche alla manovra economica e tra le più attese quelle su pensioni e tassazione degli immobili, e una nuova proposta del ministro del Welfare Elsa Fornero, che ha parlato di una misura per il 25% come contributo di solidarietà sulle pensioni sopra i 200 mila euro. Un contributo che sarebbe ‘non un contentino’ ma qualcosa che risponde a un'esigenza di equità tra le generazioni.

La situazione esame delle modifiche sembra però in stallo e a bloccarla è in particolare lo scontro sulle liberalizzazioni: un emendamento di Palazzo Chigi ha già fatto saltare quella dei taxi e incombe ora la minaccia di serrata delle farmacie che rischia di far naufragare anche la vendita delle medicine di fascia C, misura contro cui le farmacie sono pronte ad organizzare una serrata, probabilmente già lunedì prossimo.

La decisione della chiusura potrebbe essere presa già domani da Federfarma. Tra le modifiche già presentate, quella degli stipendi onorevoli, per cui sarà il Parlamento a provvedere al taglio degli stipendi di deputati e senatori adeguandoli alla media europea. Saranno, dunque, le Camere a provvedere al taglio delle indennità di deputati e senatori e non un decreto del governo come prevedeva la manovra.

A stabilirlo un emendamento del governo presentato alle commissioni Bilancio e Finanze, che sana così una norma che sarebbe stata illegittima.

Salvi poi i compensi dei consiglieri di circoscrizione; passa l’abolizione delle province, che prevede che gli organi in carica delle province decadranno il 31 marzo 2013 mentre slitta dal 30 aprile al 31 dicembre 2012 il termine entro il quale le funzioni delle province dovranno essere trasferite ai Comuni o alle Regioni. Sottoposta, infine, alla vigilanza dell’Autorità la mobilità urbana collegata a stazioni, aeroporti e porti e le infrastrutture e reti stradali e autostradali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il