Manovra finanziaria Monti: liberalizzazioni confermate tra le novità e modifiche

Confermate le liberalizzazioni: partiranno con l’entrata in vigore della manovra finanziaria



Alla sua prima lettura, la Manovra Monti prevedeva una serie di liberalizzazioni che avrebbero dovuto contribuire a ridare slancio all’economia italiana. Il provvedimento era stato molto apprezzato fino ai malcontenti scatenati ieri dalla notizia di un possibile slittamento di queste liberalizzazioni a partire dal 2013.

Ipotesi poi smentita ieri stesso tanto che oggi è stato confermato le liberalizzazioni inizialmente annunciate partiranno dal momento stesso dell’entrata in vigore della manovre.

Il provvedimento contiene liberalizzazioni farmaci fascia C: la manovra prevede che la vendita di particolari farmaci, quelli di fascia C, con richiesta di prescrizione medica, ma senza rimborso del servizio sanitario nazionale, possano essere venduti anche nelle parafarmacie e nei corner della grande distribuzione, cioè in centri commerciali, purchè all’interno di comuni con almeno 15 mila abitanti; liberalizzazioni delle professioni, per cui saranno aboliti i tariffari minimi e tutti gli ordini potranno inoltre imporre tirocini formativi non superiori ai 18 mesi; e le liberalizzazioni di attività economiche: per garantire la maggiore libertà di concorrenza, saranno abrogate le disposizioni che limitano l’allocazione di un’attività economica, i prezzi minimi, e le commissioni per la fornitura di beni e di servizi.

La nuova manovra prevede, inoltre, maggiori poteri all’Antitrust, per cui l’Autorità garante per la concorrenza e per il mercato può agire contro gli atti amministrativi generali, i regolamenti e altri provvedimenti emanati dall’autorità pubblica. Prevista, infine, un’apposita autorità per vigilare sulle condizioni di qualità ed offerta in materia di trasporto aereo, marittimo, ferroviario, stradale e autostradale.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il