BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Confindustria digitale per ICT e Adsl in Italia: obiettivi

Gli obiettivi di Confindustria Digitale. In programma incontro col governo



L'Associazione di Confindustria riunisce le aziende della filiera Ict tramite Assotelecomunicazioni-Asstel, Assinform, Anitec, Aiip e Assocontact, il suo presidente è Stefano Parisi che nel dimostrare il suo impegno a favore di questa novità assicura massima collaborazione partendo da un preciso presupposto e cioè che l’interlocutore deve essere competente.

Confindustria digitale si propone come partner del governo e delle Regioni per promuovere in Italia l'economia digitale come fattore fondamentale per la crescita e lo sviluppo del Paese. L’associazione di Confindustria chiede che qualcuno si occupi della questione Agenda digitale e che sia soprattutto in grado di saperlo gestire.

Il presidente Parisi ha ribadito la forza dell’Ict che può essere utile nella lotta all’evasione per incrociare le banche dati, nella scuola e nella Pubblica amministrazione e chiede ora al premier Monti il raggiungimento entro la fine del 2013 degli obiettivi dell’Agenda digitale europea.

Confindustria digitale si propone come obiettivi quelli di accelerare lo switch off delle funzioni pubbliche dalla carta al Web completando il programma e-Gov 2012; puntare sull'e-commerce per far crescere le capacità competitive delle imprese del Made in Italy; promuovere il venture capital e le start up nel campo dell'innovazione digitale; definire un efficace quadro regolatorio e normativo (principalmente su privacy e diritto d'autore); e coprire il digital divide nei distretti industriali con la fibra ottica e nelle aree residenziali con l’Lte.

Questo piano sarà illustrato nelle prossime settimane, quando è in programma un incontro col governo. Parisi spiega: “Non andremo a chiedere soldi pubblici, ma a proporci come soggetti attivi del grande cambiamento che l’Ict può indurre nel Paese e a offrire tutta la nostra collaborazione affinché lo sviluppo del digitale diventi una priorità anche del programma di governo, investendo le istituzioni centrali e quelle locali fino al più piccolo dei comuni italiani”.

 
Autore:

Marcello Tansini

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il