BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui: diminuire la rata e investire in Bot e conti deposito. I consigli

Meglio alleggerire la rata del proprio mutuo o investire in altro?



Potrebbe sembrare una condizione di pochi attualmente, ma sembra ci sia comunque qualcuno che, nonostante la crisi e le tasse che crescono, ha da parte una liquidità extra da investire.

E sono proprio loro che si chiedono quale possa essere la scelta migliore oggi per ‘sistemare’ questi soldi. C’è chi è indeciso se cogliere l'ondata degli alti rendimenti offerti sui mercati finanziari e in banca che hanno tassi annui sopra il 4% (titoli di Stato, conti di deposito eccetera) o abbattere il debito residuo del mutuo, alleggerendo la rata.

In realtà, scegliere una di queste operazioni dipende da diversi fattori, come il livello di rischio dell'investitore, l’ammontare del debito residuo, dagli anni residui del mutuo, e dalla capacità (in assenza di elevati rischi) dell'investimento scelto di generare alti rendimenti sulla lunga distanza.

Per fornire qualche consiglio sui propri possibili investimenti, Casa24 Plus, in collaborazione con MutuiSupermarket.it, ha lanciato un calcolatore  (http://www.casa24.ilsole24ore.com/pdf2010/Casa2011/_Oggetti_Correlati/Documenti/Mutui/2011/12/confronto-mutui-conti.xls?uuid=12d25f8a-210f-11e1-bcd6-bae0503a9a7b) con cui è possibile realizzare un confronto immediato sul guadagno che si ottiene tra le due opzioni.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il