BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Controllo conti correnti dal 2012 e incrocio dichiarazioni Isee contro evasione fiscale

Le nuove misure contro l’evasione fiscale: al via da gennaio 2012



Il 2012 sarà l’anno non solo di grandi cambiamenti in materie di tasse e pensioni, ma sarà anche l’anno in cui, grazie alle novità introdotte dalla nuova Manovra finanziaria del governo Monti, si cercherà di combattere l’evasione fiscale in maniera capillare con nuovi sistemi puntuali di controllo, a partire dal nuovo redditometro per finire all’incrocio dei dati disponibili su ogni singolo contribuente italiano. Sarà, dunque, la fine dell’era dei furbetti?

Dagli ultimi dati emersi, un italiano su quattro dichiara di non possedere alcun contro e di non essere titolare di alcun prodotto finanziaria ma non è possibile che ben 15 milioni di italiani siano privi di un conto. Secondo la Banca d'Italia, infatti, il 90% delle famiglie italiane ne possiede almeno uno.

Per stanare gli evasori, che ogni anno allo Stato sottraggono120 miliardi di euro, il governo, come ha annunciato il ministro Passera, si impegnerà “sarà senza pace. Si tratta di soldi veramente rubati, da recuperare per investire sulla crescita”.

A partire dal prossimo 2012, l'Agenzia delle entrate darà il via al travaso periodico dei dati dei conti correnti degli italiani dalle banche all'anagrafe tributaria e si servirà dell’Isee per fotografare allo stesso tempo reddito e patrimonio (mobiliare e immobiliare) del contribuente singolo o della sua famiglia.

L’Isee è un indicatore il cui risultato si ottiene sommando il reddito di tutti i componenti della famiglia, comprese le attività finanziarie, al 20% del patrimonio immobiliare (la prima casa è esclusa fino a 51.646 di valore Ici). Il risultato si divide poi per un parametro numerico che cresce al crescere dei componenti e in presenza di figli minori, disabili, monogenitori ed è quello che permette di ottenere o meno agevolazioni, benefici e quan’altro. Dal 31 maggio 2012, cambieranno poi le modalità di calcolo e campi di applicazione dell'indicatore per migliorarne ‘la capacità selettiva’.

Le novità da considerare includono le somme esenti da imposizione fiscale (pensioni di invalidità, assegni sociali), e il patrimonio collocato sia in Italia che all'estero, rafforzando il sistema di controllo con la costituzione di una banca dati delle prestazioni sociali agevolate presso l'Inps.

Dal primo gennaio del 2012, le banche saranno, dunque, obbligate a comunicare periodicamente all'anagrafe tributaria le movimentazioni sui conti, ma anche gli stock (i saldi) e lo storico, se richiesto le annualità precedenti. Finisce così il segreto bancario.

ISEE 2016: calcolo e compilazione passo passo. Il modello ISEE è un ottimo strumento per ottenere benefici ed esonerei nei pagamenti per alcuni servizi pubblici come la mensa scolastica, il ticket, autotrasporti, università... ecco come compilarlo e quali documenti presentare per le detrazioni

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il