BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ticket sanitari: si paga in base al reddito. Nuova riforma Governo Monti

Nuovi criteri base per il calcolo delle esenzioni: l’annuncio del ministro Balduzzi



Non solo nuove imposte di bollo per conti correnti e altri prodotti finanziari, nuova Imu e nuove tasse, la nuova Manovra Monti prevede nuovi pagamenti anche per quanta riguarda i ticket sanitari, i cui costi saranno modulati in base al reddito.

“Bisogna trovare un equilibrio tra utilità ed economicità della prestazione sanitaria”, ha detto, infatti, il ministro della Salute Renato Balduzzi, che spiega come la rimodulazione del ticket debba avvenire sulla base di tre criteri: equità; trasparenza ed omogeneità; e considerazione della composizione del nucleo familiare”.

Saranno questi i tre criteri che diverranno la base anche del nuovo sistema di esenzioni. Secondo il ministro, bisognerà poi prevedere più fasce di reddito calcolate in base alla composizione del nucleo familiare, considerando non solo il numero di componenti ma anche la presenza di anziani o disabili.

Sui Lea, livelli essenziali di assistenza (Lea), il ministro della Sakute ha poi detto che bisognerà modificarli in modo tale da risparmiare, ma senza deprimere il Servizio sanitario nazionale, perché “L'intendimento del governo sui Lea è non abbassare il livello di qualità dell'assistenza sanitaria e non deprimere il Servizio sanitario nazionale, uno degli orgogli del Paese”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il