Pensioni manovra Monti: nessun cambiamento in Milleproroghe

Nessuna modifica alla riforma pensioni: cosa prevede



Si discuterà domani, mercoledì 28 dicembre, il Milleproroghe 2011 che non dovrebbe apportare alcuna modifica alla manovra ma solo prorogare i tempi di applicazione di alcune scadenze. Nulla cambia, dunque, anche per le pensioni, per cui dal primo gennaio 2012 scatta il sistema contributivo pro rata per tutti i lavoratori.

Inizialmente si era parlato di alcune modifiche che avrebbero dovuto toccare i cosiddetti lavoratori precoci ma così non sarà.

Il milleproroghe di fine anno avrebbe, infatti, dovuto prevede due ordini del giorno, sulle pensioni dei precoci, che sono coloro che hanno cominciato a lavorare giovanissimi, 15-16 anni, e che, alla luce delle nuove regole previdenziali, potrebbero andare in pensione dopo 42 anni e un mese di contributi, ma subirebbero un taglio dell' assegno per ogni anno di anticipo rispetto all' età anagrafica di 62 anni; e dei lavoratori licenziati al di fuori di accordi sindacali.

La riforma delle pensioni approvata nella Manovra prevede poi, insieme all’estensione del contributivo per tutti, l'abolizione di fatto dell'anzianità e la soglia fissa di 41 anni e un mese per le donne e 42 anni e un mese per gli uomini al di sotto della quale non si potrà più uscire; il blocco delle indicizzazioni per le pensioni superiori ai 1.400 euro; l’immediato aumento a 66 anni della soglia di vecchiaia per gli uomini e a 62 per le donne, che dovrà rapidamente salire a 66 anni entro il 2018 e che per tutti i lavoratori sarà agganciata a un sistema flessibile fino a 70 anni di età, stop ai trattamenti privilegiati; saliranno, inoltre, progressivamente le aliquote dei lavoratori autonomi, che con ritocchi dello 0,3% l'anno saliranno al 22%.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il