Manovra finanziaria Monti: liberalizzazioni solo in fase due. Nessuna novità nel milleproroghe

La Manovra pronta alla fase due: cosa prevede



Approvata la scorsa settimana la Manovra ‘salva Italia’ contenente le misure più urgenti da attuare che avranno il compito di guidare il Belpaese verso una ricrescita economica, si passa ora alla cosiddetta ‘fase due’, quelle che prevede nuove misure per la crescita e lo sviluppo.

Al momento, tuttavia, il governo non sembra avere in mano provvedimenti già pronti e l'unico testo che potrebbe essere approvato subito è quello sulle liberalizzazioni, farmacie, taxi e alcuni ordini professionali. Nessuna modifica, dunque, da apportare alle misure approvati, se non i tempi.

Tra le principali proroghe, il decreto sposta al 31 dicembre 2012 l'esecuzione degli sfratti riguardanti particolari categorie sociali disagiate residenti nei comuni capoluoghi di provincia, nei comuni confinanti con popolazione superiore a diecimila abitanti e nei comuni ad alta tensione abitativa, più alcuni interventi in materia di ammortizzatori sociali per i lavoratori precari, gli apprendisti e i collaboratori coordinati e continuativi.

Il decreto fa, inoltre, slittare al 30 giugno 2012 le disposizioni intese ad impedire pratiche di esercizio abusivo del servizio taxi e del servizio di noleggio con conducente e al 2 aprile 2012 l'entrata in operatività del sistema di controllo sulla tracciabilità dei rifiuti (Sistri).

Proroga al 31 dicembre 2012 anche dell'attribuzione ai Prefetti dei poteri sostitutivi e di impulso al fine di garantire la funzionalità degli enti locali, e prorogata al 31 dicembre 2013 anche la facoltà per Poste Italiane di concedere agevolazioni nelle tariffe postali per le organizzazioni senza scopo di lucro.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il