BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2012: cedolare secca

Le novità del 730 per chi ha scelto la cedolare secca: cosa prevedono



E’ disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate il nuovo modello 730 2012 in cui debutterà la nuova casella per la cedolare secca per i contribuenti che già nell'anno 2011 hanno scelto la tassa piatta per gli affitti abitativi.

Il 730 2012 si presenta con diverse novità, a partire dalla cedolare secca del 21% o del 19% sulle locazioni degli immobili a uso abitativo; alla la proroga degli incrementi della produttività, con l'imposta sostitutiva del 10%, nel limite di 6mila euro lordi; al contributo di solidarietà per i contribuenti con reddito complessivo superiore a 300mila euro, nella misura del 3% sulla parte superiore al predetto importo; al differimento di 17 punti percentuali dell'acconto Irpef per il 2011, che poteva essere effettuato nella misura dell'82% in luogo del 99%; al differimento di 17 punti percentuali dell'acconto per la cedolare secca relativa al 2011, che poteva essere effettuato nella misura del 68% in luogo dell'85%.

Le altre novità riguarderanno l'eliminazione dell'obbligo di presentare la comunicazione preventiva di inizio dei lavori al Centro operativo di Pescara per fruire della detrazione del 36% e la proroga della detrazione del 55% per le spese relative agli interventi finalizzati al risparmio energetico.

Anche per il prossimo anno il modello 730 potrà essere consegnato in doppia scadenza, cioè entro il 30 aprile 2012, per chi presenta il 730 al proprio sostituto d'imposta, o entro il 31 maggio per chi presenta il 730 a un Centro di assistenza fiscale (Caf) o a un professionista abilitato (dottori commercialisti, ragionieri, periti commerciali o consulenti del lavoro).

Ricordiamo che il modello 730 deve essere presentato da lavoratori dipendenti e pensionati, che hanno un sostituto d'imposta che può effettuare le operazioni di conguaglio nei tempi previsti.

In caso di contratti di lavoro a tempo determinato inferiore all'anno e personale della scuola per presentare il modello 730 ci si potrà rivolgere al proprio sostituto, a un Caf-dipendenti o a un professionista abilitato, se, nel primo caso, il raporto di lavoro è durato almeno da aprile a luglio 2012, e se, nel secondo caso, il contratto dura almeno dal mese di settembre 2011 al mese di giugno 2012.
 
Autore:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il