Bollo conti correnti e depositi Manovra Monti: tassa in vigore da Gennaio 2012

Le nuove tasse su conti bancari: chi e cosa colpiscono



I titolari di conti correnti, titoli o libretti di risparmio sono pronti a subire nuovi rincari sui propri prodotti finanziari. Dal primo gennaio 2012, infatti, l’imposta di bollo viene estesa a tutti gli investimenti finanziari, colpiti da un´aliquota dello 0,1% che diventerà dello 0,15% nel 2013.

Ma con una differenza non di poco conto tra i due anni: nel 2012 esiste una forchetta che va dai 34,2 ai 1.200 euro. esentati dalla nuova imposta di bollo i conti correnti con una giacenza media annua sotto i 5 mila euro, mentre, invece, per le imprese l’imposta sale da 73,8 a 100 euro.

Infine, la commissione sul massimo scoperto di conto sarà proporzionale alla somma messa a disposizione, alla durata e al massimo dello 0,5% per trimestre. Le nuove imposte andranno a gravare anche su tutti gli altri strumenti finanziari. I buoni fruttiferi postali saranno tassati dello 0,1% nel 2012 e dello 0,15% dal 2013, mentre i capitali scudati saranno soggetti a un'imposta di bollo speciale annuale del 4 per mille.

Per il 2012 l'aliquota sarà del 10 per mille e per il 2013 del 13,5 per mille. Arriva, inoltre, l'imposta di bollo dello 0,76% sul valore degli immobili situati all'estero da persone fisiche residenti in Italia. Imposta dell'1 per mille annuo per il 2011 e il 2012 e dell'1,5 per mille dal 2013 sul valore delle attività finanziarie all'estero dei residenti in Italia.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il