BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Pensioni: stop a pagamenti in contanti da Marzo. Conti correnti gratis Poste italiane

Tetto al ritiro della pensione in contanti: le offerte di Poste Italiani per i pensionati



Con l’entrata in vigore della nuova Manovra Monti e il sistema di tracciabilità dei contanti, dal prossimo 7 marzio2012 non si potranno più ritirare pensioni per importi superiori ai 980 euro. Bisognerà necessariamente aprire un conto corrente su cu far confluire la propria pensione, se superiore alla somma sopra indicata. Un vero e proprio caos, soprattutto per i più anziani che forse mai hanno avuto a che fare con codici Iban e conti correnti da gestire.

Ci sarà tempo fino al 29 febbraio per aprire un conto, e se si apre in banca bisognerà poi comunicare alle Poste il numero Iban, aprendolo, invece, direttamente alle Poste tutto si svolgerà in automatico. L'Inps ha inviato circa 450 mila comunicazioni ai pensionati che percepiscono pensioni mensili di importo complessivamente superiore a mille euro, pagate in contanti, per invitarli a comunicare all'Istituto entro il mese di febbraio 2012 modalità alternative di riscossione.

L'Istituto, come si legge nella nota, non potrà effettuare pagamenti in contanti di importo superiore a mille euro a partire dal 7 marzo 2012. I pensionati che stanno ricevendo la lettera dell'Istituto potranno comunicare entro il mese di febbraio 2012 le nuove modalità di riscossione, scegliendo tra l'accredito in conto corrente, su libretto postale o su carta ricaricabile.

La richiesta di variazione della modalità di pagamento potrà essere inoltrata attraverso il sito istituzionale da parte dei soggetti in possesso di pin o direttamente ad una Struttura Territoriale dell'Istituto. La richiesta potrà essere fatta anche presso gli uffici bancari o postali, secondo le consuete modalità. Per soddisfare poi le necessità dei più anziani non abituati ad avere a che fare con conti correnti, Poste Italiane offre ai pensionati una gamma di soluzioni semplici, sicure e a costo zero per l'accredito della pensione.

Tre le offerte di Poste Italiane: il Conto BancoPosta Più, il Libretto postale ordinario nominativo e la InpsCard. La pensione sarà accreditata il primo giorno lavorativo del mese di competenza ed il pensionato potrà prelevare gratuitamente presso tutti i 14 mila uffici postali o presso gli sportelli postali automatici Postamat.

Per il 2012 il Conto BancoPosta Più sarà gratis per tutti i pensionati Inps e Inpdap di età superiore ai 65 anni, inoltre Conto BancoPosta Più permette di effettuare prelievi gratuiti illimitatii sia negli uffici postali sia presso gli sportelli automatici Postamat, e avere gratis l'estratto conto mensile e di ottenere alti rendimenti sulla liquidità.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il