BusinessOnline - Il portale per i decision maker




Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?



Aggiungici alle tue cerchie (clicca su Segui):

Imu 2012 nel 730 2012: quando si paga e detrazioni

Le novità del 730 2012. Confermata la doppia scadenza per la presentazione del modello


L’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile sul suo sito il nuovo modello 730 2012 che quest’anno prevede una serie di novità, a partire dalla nuova casella per la cedolare secca per i contribuenti che già nell'anno 2011 hanno scelto la tassa piatta per gli affitti abitativi del 21% o del 19% sulle locazioni degli immobili a uso abitativo; alla proroga degli incrementi della produttività, con l'imposta sostitutiva del 10%, nel limite di 6mila euro lordi; al contributo di solidarietà per i contribuenti con reddito complessivo superiore a 300mila euro; al differimento di 17 punti percentuali dell'acconto Irpef per il 2011, che poteva essere effettuato nella misura dell'82% in luogo del 99%; al differimento di 17 punti percentuali dell'acconto per la cedolare secca relativa al 2011, che poteva essere effettuato nella misura del 68% in luogo dell'85%; all’eliminazione dell’obbligo di presentare la comunicazione preventiva di inizio dei lavori al Centro operativo di Pescara per fruire della detrazione del 36%; alla proroga della detrazione del 55% per le spese relative agli interventi finalizzati al risparmio energetico.

Novità inoltre per quanto riguarda la nuova Imu. L’Imu (Imposta Municipale Unica) dal 2012 sostituisce l’imposta comunale sugli immobili (Ici). Nel quadro I si indicano gli importi a credito che si intendono utilizzare o l’ammontare da portare a compensazione con l’F24.

Per calcolare la nuova tassa sulla casa bisognerà partire dall’aliquota di base che è dello 0,76% sulla rendita catastale, con una riduzione allo 0,4% per l’abitazione principale o affittata, ma i Comuni potranno aumentarla fino allo 0,2% in caso di abitazione principale o dello 0,3%. Prevista anche la rivalutazione del 60% degli estimi catastali. L’ici per gli immobili che non siano abitazione principale aumenterà del 75%.

Aumenta, inoltre, anche l’addizionale regionale Irpef, ritoccata dello 0,33%. Con la detrazione di 200 euro sono esenti dall'imposta sull'abitazione principale le unità immobiliari con una rendita catastale (non ancora rivalutata del 5%) minore o uguale a 297,62 euro. In generale, la detrazione sulla prima casa che sale da 200 euro fino ad un massimo di 400 euro. L'aumento è di 50 euro nel caso di figli di età non superiore a 26 anni.

L'importo complessivo della detrazione non potrà superare quindi i 600 euro, condizione limite di 8 figli. Confermata, infine, la doppia scadenza per la presentazione del 730 che dovrà essere effettuata entro il 30 aprile 2012, per chi presenta il 730 al proprio sostituto d’imposta; ed entro il 31 maggio per chi presenta il 730 a un Centro di assistenza fiscale (Caf) o a un professionista abilitato (dottori commercialisti, ragionieri, periti commerciali o consulenti del lavoro).




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il 18/01/2012 alle ore 08:09