BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Carte prepagate: Inps Card per ricevere la pensione

Da Poste Italiane la Inps Cars per i pensionati: come ottenerla e come funziona



I pensionati si stanno muovendo per iniziare a riscuotere la loro pensione in maniera diversa dalla pratica adottata fino ad oggi e cioè recandosi agli uffici postali e prendere in contanti la somma che li spetta mensilmente.

Con la nuova norma imposta dalla Manovra Monti sulla tracciabilità dei contanti, infatti, si potrà riscuotere in contanti solo la pensione che non supera 1.000 euro e chi riceve assegni superiori dovrà ritirare la somma tramite canali alternativi di pagamento, come strumenti elettronici bancari o postali, comprese le carte prepagate.

La novità entrerà in vigore il prossimo 7 marzo 2012 e c’è tempo fino al 29 febbraio per aprire un conto. In prima fila nell’offerta di prodotti dedicati specificatamente ai pensionati, che probabilmente mai hanno avuto a che fare con carte di credito, c’è Poste Italiane che ha pensato a tre soluzioni a costo zero per l’accredito della pensione.

Fra queste spicca la Inps Card, che prevede il prelievo gratuito presso tutti i 14 mila uffici postali o agli sportelli Postamat. Si tratta di una prepagata che permette di prelevare denaro e pagare in alcuni negozi, non prevede l’imposta di bollo e consente di farsi accreditare la pensione, versarci denaro, ritirare i contanti nei Postamat e in tutti i bancomat del circuito Cirrus Maestro.

Il limite, sia per il prelievo che per i pagamenti, è di 600 euro al giorno. Con la Inps Card, però non Non si possono effettuare i bonifici. Ottenerla è piuttosto semplice: basta recarsi all'ufficio postale dove si riscuote abitualmente la pensione e richiederla. Allora il pensionato riceverà la carta e il codice di sicurezza, cioè il pin, direttamente a casa e poi basterà semplicemente chiederne l’attivazione alle Poste.

Chi attiva la Inps Card entro il 15 del mese riceverà la pensione già a partire dal mese successivo, mentre chi la attiva dal giorno 16 alla fine del mese riceverà il primo accredito a partire dal secondo mese successivo all'attivazione. Unico neo di questa carta è che, dopo 40 operazioni, il titolare dovrà tornare alle Poste per aggiornare il documento di registrazione.

Un’altra offerta pensata per gli anziani è il conto corrente Super Genius di Unicredit, con canone gratuito per 12 mesi, che costerà poi solo 3 euro, ma che rimarrà pari a zero se sarà assicurata una giacenza di 2.500 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il