BusinessOnline - Il portale per i decision maker








iPad e ebook: il progetto scuola con iBooks 2 e iBook Author

Le novità Apple per la scuola: cosa prevedono



Apple vuoleentrare nel favoloso mondo della scuola e lo fa con nuove app e l’annuncio di accordi con le major del libro scolastico in America. E introduce iBook 2, il nuovo servizio per i libri di testo digitali sull'iPad. 'Si tratta di splendidi libri, interrativi, divertenti', ha affermato il vice presidente per il marketing di Apple, Philip Schiller.

I libri di testo che saranno subito disponibili sono quelli delle case editrici McGraw-Hill Cos, Pearson e Houghton Mifflin Harcourt. Le nuove applicazioni pensate dalla Casa della Mela per il mondo della scuola permettono di creare contenuti, acquistare libri scolastici in formato digitale (prezzi contenuti e aggiornamento continuo grazie al download), e una nuova versione di iTunes U per iPad, il contenitore delle lezioni in formato digitale di più di mille università in tutto il mondo, tra le quali anche una dozzina di eccellenze italiane.

Le novità per la scuola sono state presentate giovedì scorso in occasione dell’evento Apple che si è tenuto al Guggenheim Museum di New York e nella stessa occasione la società di Cupertino ha anche annunciato gli accordi stretti con i principali editori americani per avere edizioni altamente interattive e multimediali dei libri di scuola che trattino ogni materia, dalla matematica, alla letterature, alla storia, alle scienze.

La nuova app iBooks 2 permette di acquistare e utilizzare i nuovi libri in formato multimediale e sarà affiancata da una nuova applicazione per Mac che permette, invece, di creare, partendo da testi, immagini, video e presentazioni multimediali, dei libri multimediali come quelli che vengono realizzati dai grandi gruppi editoriali.

L'applicazione si chiama iBooks Author, è gratuita e viene distribuita a tutti quelli che vogliano realizzare libri per poi commercializzarli tramite la piattaforma di Apple, iBooks Store.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il