BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Liberalizzazioni professioni e tariffe: novità e cambiamenti ufficiali

Cosa cambia per i professionisti con il decreto liberalizzazioni



Il via libera al decreto liberalizzazioni di venerdì scorso ha di fatto abolito le tariffe, sia minime, sia massime dei professionisti, Penalizzate da questo provvedimento le categorie che fino ad oggi hanno goduto di una larga autonomia circa gli oneri da far pagare ai clienti.

Cancellato proprio il termine tariffe nel primo comma dell'articolo 2233 del codice civile. Il giudice, nel caso in cui il compenso non possa essere determinato secondo gli usi, decide secondo equità e non più previa acquisizione del parere dell'ordine professionale a cui appartiene il professionista.

L’obiettivo è rendere libera la contrattazione fra cliente e professionista, obbligato a proporre preventivi scritti. Sbloccato anche il mercato della formazione professionale e si alla separazione tra funzioni amministrative e disciplinari.

Secondo l'Authority, il doppio ruolo che i professionisti-giudici dei colleghi nei procedimenti deontologici hanno, potrebbe portare al rischio di uso distorto del potere sanzionatorio esercitato in doppia veste potrebbe originare un conflitto di interessi. Si anche alla formazione continua e permanente.

Per quanto riguarda la questione notai, aumenteranno di numero e, secondo quanto anunciato dal ministro della Giustizia Paola Severino, il decreto ne prevede 500 in più.

Autore:

Marianna Quatraro


Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il