BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Decreto semplificazioni 2012: novità e misure Governo Monti

Le novità previste dal pacchetto semplificazioni: cosa prevede



Dopo il via libero al decreto Milleprororghe, il governo è al lavoro sul pacchetto semplificazioni che tra le novità più importanti prevede un’autorizzazione unica ambientale per semplificare le procedure e ridurre i costi per le Pmi e apre anche a percorsi sperimentali di semplificazione amministrativa per gli impianti produttivi e le iniziative delle imprese sul territorio, in ambiti delimitati e a partecipazione volontaria.

Resterà il credito d'imposta per ogni lavoratore assunto nel Mezzogiorno a tempo indeterminato introdotto lo scorso anno e potrà valere fino al 2013. Per godere del credito di imposta, l’assunzione deve avvenire non più nei 12 mesi successivi alla data del decreto di maggio 2011 ma in 24 mesi.

Torna la anche la social card ed è prevista una sperimentazione finalizzata alla proroga del programma carta acquisti. Il progetto interesserà i comuni con più di 250.000 abitanti ed è prevista una dotazione di risorse per 50 milioni di euro. Per quanto riguarda i documenti di identità, saranno rilasciati o rinnovati con validità fino alla data, corrispondente al giorno e al mese di nascita del titolare, immediatamente successiva alla scadenza che sarebbe altrimenti prevista per il documento medesimo.

La nuova disposizione sarà applicata ai documenti rilasciati o rinnovati dopo l'entrata in vigore del decreto. L’iscrizione per trasferimento della residenza con provenienza da altro comune o dall'estero produce immediatamente gli effetti giuridici dell'iscrizione anagrafica. L’ufficiale di anagrafe in due giorni lavorativi dovrà informare i comuni del trasferimento: il precedente e il nuovo.

Verranno effettuate esclusivamente in via telematica le comunicazioni relative alla trascrizione degli atti di stato civile (nascita, matrimonio e morte), alla cancellazione e iscrizione alle liste elettorali e ai cambi di residenza. Ci sarà poi meno burocrazia per le persone disabili: verranno eliminate inutili duplicazioni di documenti e di adempimenti nelle certificazioni sanitarie per l' accesso ad alcuni benefici quali ad esempio, il contrassegno invalidi e riduzione dell' Iva agevolata per l’acquisto dell’auto, l’esenzione dal bollo.

Il decreto semplificazioni prevederebbe anche l'abrogazione di qualsiasi autorizzazione per l'apertura dei locali di intrattenimento danzante e di circoli privati. Prevista, inoltre, la soppressione del vincolo in materia di chiusura domenicale e festiva per le imprese di panificazione di natura produttiva.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il