BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Liberalizzazioni assicurazioni auto, farmacie e tirocinio in vigore da subito

Entrata un vigore delle nuove misure previste dal dl liberalizzazione: i tempi



Il decreto liberalizzazioni ha introdotto una serie di novità che andranno fortemente ad incidere sulla vita quotidiana di ogni cittadino italiano. Sono le cosiddette misure che, insieme a quelle contro l’evasione fiscale, incideranno sin da subito sull’andamento dell’economia reale.

Le prime ad entrare in vigore saranno quelle sulle assicurazioni auto, per cui gli agenti assicurativi dovranno obbligatoriamente fornire ai loro clienti tre diversi contratti di altre compagnie per coprire le responsabilità civili, e che riguardano i tirocini di formazione e specializzazione.

I giovani potranno, infatti, iniziare il tirocinio anche all’università, per cui i primi sei mesi potranno essere svolti durante il corso di laurea ad eccezione di quelli per le professioni sanitarie. Complessivamente, il tirocinio dovrà avere durata di 18 mesi. In vigore sin da subito anche l’abolizione delle tariffe minime per i professionisti e diventerà obbligatorio fornire un preventivo ai clienti.

A tre mesi dall’approvazione del decreto, entreranno invece in vigore altre misure come quelle previste per l’abrogazione di norme che prevedono vincoli, limiti, autorizzazioni, alla creazione di imprese; la nascita dei cosiddetti giovani imprenditori, che potranno avviare, purchè aventi età inferiore a 35 anni, attività imprenditoriali con un solo euro e senza necessità dell’intervento di un notaio. Definitiva tra tre mesi anche la separazione di Snam dall’Eni.

Fra cinque mesi si procederà all’istituzione di nuove farmacie, che dovrebbero essere di una ogni almeno 3.000 abitanti, e fra sei mesi via anche all’aumento del numero dei tassisti. Prevista anche la possibilità di rilasciare licenze part-time e di permettere ai titolari delle licenze stesse una maggiore flessibilità negli orari di lavoro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il