Pensioni e milleproroghe: novità

Copertura finanziaria pensioni da sigarette e novità per gli esodati: cosa prevede il Milleproroghe



Novità su pensioni, sigarette e sanatoria: questo ciò che prevede il Milleproroghe che, dopo l’esame delle Commissioni Affari Costituzionali e Bilancio, torna in aula con sostanziali modifiche. L’aula voterà il decreto nel primo pomeriggio.

La modifica più importante riguarda la copertura finanziaria della riforma delle pensioni, che prevede emendamenti in favore dei lavoratori precoci e dei cosiddetti esodati, i lavoratori  cioè convinti ad abbandonare aziende in crisi pensando di poter andare in pensione entro pochi mesi che si trovano senza lavoro e senza pensione, che invece che essere finanziata come inizialmente previsto con l’aumento delle aliquote previdenziali per i lavoratori autonomi, sarà finanziata da un aumento del prezzo delle sigarette.

Altra novità che riguarda i lavoratori esodati riguarda poi la platea cui le modifiche si rivolgono. La nuova norma, infatti, prevede che potranno godere del vecchio sistema previdenziale, e dunque della pensione, i lavoratori usciti dalle aziende entro il 31 dicembre 2011.

Inizialmente, invece, l’emendamento prevedeva che avrebbero beneficiato delle vecchie regole i lavoratori che avevano sottoscritto un accordo per uscire dall'azienda prima del varo del decreto, cioè il 4 dicembre scorso, anche se poi si sono dimessi successivamente o stanno per dimettersi.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il