BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Scioperi oggi 27 Gennaio 2012: treni, metropolitane, aerei, uffici pubblici. Orari e modalità

24 ore di stop del trasporto pubblico: i disagi nelle città italiane



Dopo essere stata paralizzata per tre giorni a causa del blocco dei tir, l’Italia torna oggi a fermarsi: a scioperare sono i mezzi di trasporto pubblico, da treni a metro, ad aerei.

Lo sciopero è contro il governo Monti, che riduce il potere d'acquisto dei salari attraverso l'aumento dell'Iva, dell'Irpef locale, dei ticket sanitari, delle accise sulla benzina e l'adozione dell'Ici sulla prima casa, colpisce l'intero sistema pensionistico e il livello di vivibilità economica dei pensionati, privatizza beni comuni e servizi pubblici, scaricando i costi della crisi capitalista sui lavoratori e sulle fasce di popolazione più disagiata.

Stop di 24 ore su tutto il territorio nazionale, per i piloti di Meridiana Fly dell'Unione piloti e dell'Apm, mentre è stato revocato lo sciopero di quattro ore degli assistenti di volo di Alitalia, dopo l'accordo raggiunto da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl trasporti e Avia sulle problematiche del personale di cabina, con l'assunzione dal primo aprile in Alitalia dei primi 25 assistenti di volo dei 122 totali attualmente rimasti in cigs.

Stop anche ai servizi negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino: dalle 13:30 alle 17:30 è in programma il primo sciopero generale regionale del trasporto aereo, organizzato da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl trasporti a sostegno della vertenza Argol e i livelli occupazionali a rischio, piu' di 1.000 nel 2012 sugli aeroporti laziali, mentre l'Usb ha proclamato uno sciopero nazionale per il personale navigante e di terra (dalle 7 alle 10 e dalle 18 alle 21).

Per quanto riguarda il trasporto pubblico locale (bus, metropolitane e tram), gli orari varieranno da città a città. A Roma gli autisti si fermeranno dalle 8:30 alle 17 per poi riprendere alle 20 fino a fine servizio; a Milano sciopero dalle 8:45 alle 15 e dalle 18 fino a fine servizio.

Il prefetto del capoluogo lombardo ha, però, precettato i macchinisti della linea rossa della metro e ha ordinato il rispetto dei turni di lavoro fino alle 18, per impedire che la linea rossa si blocchi nel secondo giorno di apertura, a Rho-Pero, del salone Macef, dedicato ai complementi d'arredo, moda e oggetti da regalo. Sul fronte treni, Trenitalia assicura che circolerà regolarmente circa il 90% dei treni nazionali.

Per quanto riguarda i treni media-lunga percorrenza, saranno assicurati tutti i convogli elencati nell'apposita tabella dei treni previsti in caso di sciopero, consultabile sull'orario ufficiale di Trenitalia e sul sito web fsitaliane.it. Oggi, oltre ad autobus e metro a singhiozzo, disagi potrebbero esserci anche nella sanità e nella scuola.

Lo sciopero generale proclamato da sette sigle sindacali di base (Usb, Orsa, SlaiCobas, Cib-Unicobas, Snater, SiCobas e Usi) è contro il Governo Monti e le sue politiche che penalizzano lavoratori, pensionati, precari e disoccupati e che, con il ricatto del debito, intendono far pagare la crisi a tutti tranne coloro che hanno generato, speculato e fatto profitti su di essa.

Oggi si ferma anche il trasporto navale: il personale amministrativo di bordo nei mezzi che collegano le isole maggiori inizierà lo sciopero un’ora prima delle partenze mentre quello in servizio nei mezzi di collegamento navale delle isole minori si fermerà fino alle 24.00 di questa sera.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il