BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Decreto semplificazioni: debiti cancellati con fisco

Cancellati debiti fino a 30 euro: i più furbetti saranno comunque sanzionati



Cancellati i piccoli debiti col fisco: il decreto semplificazioni prevede per i contribuenti che hanno debiti fiscali di modestissima entità la cancellazione di essi. Il governo, infatti, dovrebbe raddoppiare il limite al di sotto del quale l'amministrazione non darà corso alla riscossione dei crediti dovuti allo Stato o agli enti locali, portandolo a 30 euro per ciascun tributo e per ciascuna annualità d'imposta. 

L'aumento della soglia di franchigia fiscale, fissato a 16,53 euro, non veniva ritoccato da tredici anni, e talvolta rappresentava più che un problema un onere inutile, noioso, sia per i contribuenti che l'amministrazione fiscale.

Ora quel limite è stato azlato e dal primo luglio del 2012 l'Agenzia delle Entrate non procederà più all’accertamento, all’iscrizione a ruolo e alla riscossione dei crediti relativi ai tributi erariali, regionali e locali, qualora l’ammontare dovuto, comprensivo di sanzioni amministrative e interessi, non superi, per ciascun credito, l’importo di euro 30, con riferimento ad ogni periodo d’imposta.

Attenzione però, perché per i più furbetti saranno previste comunque sanzioni. Chi, infatti, non paga le tasse per pochi euro in più sarà punito, perché la franchigia non verrà riconosciuta a chi dovesse violare ripetutamente e per il medesimo tributo gli obblighi di versamento.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il